Home

Preseleziona la ricerca

Vigneto di Vittorito Piazza Piè di Corte - Corropoli Torre dell'Orologio - Colonnella

Dalle case di terra alla Grotta di Sant’Angelo, tutti segreti della Val Vibrata


Vigneto di Vittorito

Dalle case di terra alla Grotta di Sant’Angelo, tutti segreti della Val Vibrata


Piazza Piè di Corte - Corropoli

Dalle case di terra alla Grotta di Sant’Angelo, tutti segreti della Val Vibrata


Torre dell'Orologio - Colonnella

"La Val Vibrata": i comuni

Arte, storia e cultura del territorio abruzzese più a nord della regione.

 

La Val Vibrata è un territorio che si estende nel nord-est dell’Abruzzo, lungo tutta la provincia di Teramo.
Conosciuta in passato come la Valle dell’Eden, la zona conserva ancora oggi diverse testimonianze della presenza dell’uomo risalenti alla preistoria. Attraversata dal torrente Vibrata, che sfocia nel mare Adriatico, le sue verdi aree costituiscono la maggior parte del territorio, caratterizzato soprattutto da vigneti ed uliveti, ma non mancano le zone marinare con la presenza di spiagge libere e stazioni balneari attrezzatissime.

Di notevole interesse l’itinerario denominato Via delle Pinciare, da percorrere a piedi, a cavallo o in mountain bike, attraversando le tipiche case di terra. Numerosi i monumenti ed i luoghi d’interesse presenti nella Val Vibrata, tra i quali la Fortezza ed il Museo storico delle Armi a Civitella del Tronto, la Cattedrale di Teramo, la Torre di Carlo V a Martinsicuro, il Museo della Civiltà Contadina a Controguerra, il Museo di Arte Sacra a Torano Nuovo, il Museo Archeologico di Tortoreto, il Museo della cultura Marinara e la caratteristica ruetta, cioè la strada più stretta d’Italia, che sale verso la già citata Fortezza di Civitella. Grande fascino conferiscono al territorio le meraviglie naturalistiche, tra le quali il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga ed altre zone boschive.

Tra gli sport più praticati in Val Vibrata, oltre al calcio, troviamo il beach soccer, la pallavolo ed il karting. Oggi i paesi di questo territorio custodiscono ancora gelosamente la storia e le tradizioni legate all’agricoltura, al tessile, alla pelletteria, alla musica e soprattutto all’enogastronomia, ricca di prodotti tipici marini e soprattutto di montagna.