Home

Preseleziona la ricerca

Lago di Bolsena Consorzio dei Comuni

Itinerari Turistici

Chiesa di San Donato Santuario Madonna del Suffragio Rocca dei Monaldeschi

Bagnoregio
Chiesa di San Donato

Grotte di Castro
Santuario Madonna del Suffragio

Bolsena
Rocca dei Monaldeschi

"Lago di Bolsena Consorzio dei Comuni": i comuni

Sono nove le amministrazioni locali che fanno parte del Consorzio dei Comuni del Lago di Bolsena. Fondato nel 2006 con l’obiettivo di gestire il servizio idrico del territorio e comprende i comuni di Bagnoregio, Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Marta, Montefiascone, San Lorenzo Nuovo e Valentano.
La volontà delle amministrazioni di difendere l’ecosistema del Lago, che con i suoi 114 kmq ed un perimetro di 43 km è il maggiore del Lazio ed il quinto in Italia, ha preservato lo specchio d’acqua tanto che oggi è considerato tra i laghi più puliti d’Europa ed è stato scelto dall’Unesco come possibile candidato per diventare Patrimonio dell’Umanità.
Difesa ambientale, ma anche promozione turistica del territorio quella portata avanti dai Comuni del Consorzio che insistono intorno a questo lago di origine vulcanica. La zona fu abitata dalla prima età del ferro, come documentano i resti di villaggi villanoviani oggi sommersi dall'innalzamento delle acque. In epoca pre-etrusca vi sorgeva il centro di Bisenzio e, più tardi, vi prosperò l'etrusca Vesna, l'odierna Bolsena.
Sulle sponde si alternano le foreste di querce e di castagni a coltivazioni di vite e di ulivo. Le acque sono ricche di tinche, carpe ed anguille.
Il lago è costeggiato da una strada lunga circa 60 km che ora rasente le rive ora risale per i crinali, e offre sempre una vista panoramica di grande suggestione ai visitatori e turisti che la percorrono.  
Due sono le isolette che affiorano dal lago si tratta della Bisentina, a 3 chilometri da Capodimonte, e la Martana, a 2,5 chilometri da Marta: dove sopravvive la macchia mediterranea.

Sono nove le amministrazioni locali che fanno parte del Consorzio dei Comuni del Lago di Bolsena. Fondato nel 2006 con l’obiettivo di gestire il servizio idrico del territorio e comprende i comuni di Bagnoregio, Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Marta, Montefiascone, San Lorenzo Nuovo e Valentano.

La volontà delle amministrazioni di difendere l’ecosistema del Lago, che con i suoi 114 kmq ed un perimetro di 43 km è il maggiore del Lazio ed il quinto in Italia, ha preservato lo specchio d’acqua tanto che oggi è considerato tra i laghi più puliti d’Europa ed è stato scelto dall’Unesco come possibile candidato per diventare Patrimonio dell’Umanità.

Difesa ambientale, ma anche promozione turistica del territorio quella portata avanti dai Comuni del Consorzio che insistono intorno a questo lago di origine vulcanica.

La zona fu abitata dalla prima età del ferro, come documentano i resti di villaggi villanoviani oggi sommersi dall'innalzamento delle acque. In epoca pre-etrusca vi sorgeva il centro di Bisenzio e, più tardi, vi prosperò l'etrusca Vesna, l'odierna Bolsena.

Sulle sponde si alternano le foreste di querce e di castagni a coltivazioni di vite e di ulivo. Le acque sono ricche di tinche, carpe ed anguille.

Il lago è costeggiato da una strada lunga circa 60 km che ora rasente le rive ora risale per i crinali, e offre sempre una vista panoramica di grande suggestione ai visitatori e turisti che la percorrono.  

Due sono le isolette che affiorano dal lago si tratta della Bisentina, a 3 chilometri da Capodimonte, e la Martana, a 2,5 chilometri da Marta: dove sopravvive la macchia mediterranea.