Home

Preseleziona la ricerca

I Monti della Tolfa e dintorni

Itinerari Turistici

"I Monti della Tolfa e dintorni": i comuni

I Monti della Tolfa sono un territorio che da secoli sembra immerso in un incantesimo. Una rarissima combinazione tra una natura rimasta intatta e la presenza umana, che creano uno strano e misterioso contrasto. E' qui che si rivelano i segreti dell’Etruria laziale, è qui che si possono intercettare strade e passaggi dimenticati, come il Monumento Naturale della Caldara a Manziana.

Le campagne si presentano come un vero e proprio museo all’aperto con testimonianze incomparabili della civiltà etrusca e edifici che ricordano il suo passato medievale e rinascimentale, come la Rocca dei Frangipane a Tolfa, la Chiesa di San Bonaventura a Canale Monterano, tutto a pochi minuti dal mare risalendo la tortuosa e stupenda strada che dalle Terme di Traiano di Civitavecchia sale fin sopra Allumiere.

Percorrere il territorio dei Monti della Tolfa, lungo le sue antiche strade di campagna, significa scoprire il piacere di godere il silenzio, i profumi e l’aria tra questi paesaggi incontaminati, come nella Faggeta di Allumiere dove, se si tende l’orecchio, si può sentire in lontananza un picchio che colpisce il suo albero.

Nell’attraversare i campi e le strade ci si ritrova in un mondo arcaico, dove possiamo incontrare vacche e cavalli al pascolo, papaveri e margherite, orchidee selvatiche in un paesaggio vivo e “umano” che sembra uscire dai versi del melanconico Vincenzo Cardarelli: «…qui rise l'Etrusco, un giorno, coricato, cogli occhi a fior di terra, guardando la marina. E accoglieva nelle sue pupille il multiforme e silenzioso splendore della terra fiorente e giovane, di cui aveva succhiato il mistero gaiamente, senza ribrezzo e senza paura, affondandoci le mani e il viso ...!».

Sport

I Monti della Tolfa sono 120 km di pianure verdissime a perdita d'occhio, boschi di faggi e querce e antichi borghi fino a raggiungere lo splendore del mare.

Un vero paradiso per gli amanti delle escursioni a piedi, a cavallo, in mountain-bike o semplicemente in auto.

 

UN PARADISO PER I BIKER…

Le strade dei Monti della Tolfa offrono una grande varietà di divertimento per gli amanti della bike con stradine curvilinee che serpeggiano dolcemente tra i valloni e si alternano ai misti stretti della discesa verso il lungomare, come soprattutto la strada che da Civitavecchia sale ad Allumiere o sulla splendida e suggestiva Santa Severa-Tolfa.

sport dei monti della tolfaIn particolare poi il territorio di Tolfa viene spesso scelto per i circuiti dedicati alle competizioni di Enduro, lo sbocco agonistico per chi vuole dimostrare di essere un biker completo: una disciplina selettiva dove si compete in un percorso ad anello in cui lunghe e tecniche discese cronometrate sono precedute da un trasferimento pedalato in salita.

Quindi sentieri tortuosi, tratti guidati e scorrevoli da puro godimento e risalite dure rendono le strade dei Monti della Tolfa un vero paradiso per i biker.

Ma un altro luogo che si merita un’altrettanta definizione è anche Oriolo Romano; infatti dal parcheggio di fronte Palazzo Altieri inizia la Ciclovia dei Boschi, un itinerario caratterizzato dalla presenza di vasti ambienti boschivi di straordinaria bellezza e varietà come cerrete e faggete, castagneti, boschi misti e perfino una pineta, mentre nella parte finale del percorso si incontrano ambienti aperti, pascoli e coltivi, con eccezionali panorami sul lago di Bracciano e la cinta craterica dei Monti Sabatini.

Salite con una buona pendenza e discese tecniche fanno di questo itinerario un percorso completo sotto tutti i punti di vista.

 

E PER GLI AMANTI DEL TREKKING

Il territorio che circonda Tolfa e Allumiere è punteggiato da itinerari di trekking immersi nella fitta macchia disseminata da torri, ruderi ed antiche costruzioni romane e medioevali, dove è anche possibile ripercorrere la via che costituiva anticamente un tratto del sentiero alternativo alla via Francigena, che conduceva da Siena a Roma.

sport dei monti della tolfaUn esempio è la salita all’aguzzo Monte Tolfaccia che attraversa il fitto bosco ricco delle numerose varietà di fiori che caratterizzano il sottobosco tolfetano come le 30 specie di orchidee selvatiche, ma anche estremamente suggestivo per i resti delle torri medioevali e degli edifici domestici che sono ciò che rimane delle rovine di Tolfa Nuova, costruita nel IX secolo d.C. e poi abbandonata, mentre anche il paesaggio del mare all’orizzonte che si gode dai resti della villa romana alla Fontanaccia, nei pressi di Allumiere è uno spettacolo bellissimo.

Fuori dal tempo è poi il percorso fino alla chiesa neogotica della Farnesiana in un paesaggio circostante che lascia a bocca aperta per il verde intenso che lo caratterizza.

Poi c’è Canale Monterano con le escursioni all’interno della Riserva dove la storia si intreccia alla natura. Un’”avventurosa” passeggiata tra canyons, boschi, fiumi, grotte, fenomeni tardo vulcanici, fino alla città morta dove l’opera del genio del Bernini è stata riconquistata dalla natura che offre uno spettacolo unico in un ambiente affascinante e misterioso.

Qui la natura esplode in ogni sua forma: fiumi, acque rosse, rovine e boschi con i suoi colori intensi dove l’acqua sulfurea in particolare crea mille sfumature dal bianco al rosso passando per il turchese, il tutto avvolto dai giochi delle ombre e dei verdi.

 

CAVALLI E CAVALIERI

Per uscire qualche ora dalla realtà di tutti i giorni ed immergersi nella natura del territorio dei Monti della Tolfa è possibile effettuare escursioni a cavallo come nel Bosco di Manziana che è una delle aree verdi più suggestive ed interessanti di tutto il Lazio che colpisce per la maestosità dei suoi alberi, più che per la sua estensione.