Home

Preseleziona la ricerca

Passeggiando per Magliano Sabina

Magliano Sabina
 
Un tour di un giorno per visitare il territorio di Magliano Sabina, in provincia di Rieti ricco di testimonianze storico-artistiche, di chiese e di palazzi nobiliari. Un luogo particolarmente suggestivo, per il paesaggio naturale in cui è inserito, affacciato sulla Valle del Tevere, tra il Soratte, i Monti Cimini e i Monti Sabini per la sua posizione geografica tra Lazio e Umbria. Un’occasione anche per assaggiare alcuni piatti della tradizione locale e il magnifico olio della Sabina DOP.
  • Artistici - Culturali
  • Natura e Relax
  • Territoriali
  • Automobile
  • Bicicletta
  • Pedoni

immagine della tappa a Magliano Sabina - Piazza Garibaldi

Immagine di Magliano Sabina - Piazza Garibaldi

Magliano Sabina, antica “porta” tra il Mondo Romano e la terra dei Sabini, è facilmente raggiungibile da Roma con il treno metropolitano che ferma proprio nella stazione del paese, oppure in automobile, da Roma e da Firenze, prendendo l’A1. Imboccata l’uscita per Magliano, facciamo il nostro ingresso in paese, ricco di chiese e di palazzi storici. Iniziamo il nostro tour da Piazza Garibaldi, dominata da Palazzo Vannicelli sede del Comune. Di fronte scorgiamo la Torre civica, inglobata nella struttura del Palazzo Vescovile. Continuiamo l’itinerario per Via Sabina, per visitare il Museo Civico Archeologico, chiamato anche “il Museo dei Sabini del Tevere”, presso Palazzo Gori, in cui approfondire le origini della civiltà sabina e ammirare reperti che risalgono fino a 2500 anni fa.

Se avete fame e volete degustare alcuni degli ottimi prodotti tipici della Sabina, potete fare una sosta nella splendida oasi dell'Agriturismo Biologico Casale di Poyel.

immagine della tappa c Magliano Sabina - Le Chiese

Immagine di Magliano Sabina - Le Chiese

A questo punto raggiungiamo Via Cardinale de Lai, dove incontriamo la splendida Chiesa romanica di San Pietro. Proseguiamo fino a Piazza Duomo per ammirare la “Cattedrale dei Sabini”, ovvero la Chiesa di San Liberatore ricca di splendidi affreschi. Prima di salutare il borgo di Magliano Sabina da non perdere la cripta protoromanica dell’XI secolo, ubicata sotto al Santuario di Santa Maria delle Grazie, nei pressi di Porta Romana, varco di transito dalla Valle del Tevere alla Sabina. Qui è conservato un pregevole affresco con il miracolo del latte di San Francesco, avvenuto a Magliano, e alcuni graffiti di epoca aragonese.

Se volete prolungare la vostra permanenza vi cosigliamo l'Hotel degli Angeli, una splendida struttura dove soggiornare con tutti i confort e in un ambiente elegante.

immagine della tappa c Magliano Sabina - I dintorni

Immagine di Magliano Sabina - I dintorni

Ci fermiamo, infine, ad ammirare il panorama mozzafiato dalle mura fortilizie, che spazia dal Soratte ai Monti Cimini, fino alle dolci colline della vicina Umbria. Dopo aver degustato qualche pietanza tipica del luogo, magari un bel piatto di strozzapreti conditi con i funghi porcini locali e con lo splendido olio della Sabina, continuiamo il nostro giro fuori dal centro abitato. Prossima meta la Chiesa di Santa Maria degli Angeli in località Madonna Degli Angeli. Concludiamo la giornata con la visita al Santuario di Santa Maria del Giglio - in Località Madonna del Giglio - raggiungibile anche attraverso un itinerario naturalistico di 3,5 km che parte da Porta Santa Croce, uno degli accessi al borgo di Magliano Sabina.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

ilaria16/10/2013 16:13

Interessante l'itinerario naturalistico fino al Santuario di Santa Maria del Giglio...non vedo l'ora di avventurarmici! Grazie del suggerimento!