Home

Preseleziona la ricerca

Le ricette di Logo Pagine Belle

Lasagna

La Lasagna (dal greco antico làganon, λάγανον) – le cui radici affondano nell’antica Roma – è parte integrante della cultura gastronomica di Bologna e dell’Emilia Romagna, tant’è che “lasagna alla bolognese” è la più “copiata” in tutto il mondo. Protagonista, con le dovute varianti, anche delle tavole di altre regioni d’Italia, tra cui il Lazio e la Campania, è un primo piatto elaborato preparato con le tradizionali sfoglie quadrate emiliane di pasta di grano tenero e uova, poste a strati alternati a cucchiaiate di ricco ragù bolognese, parmigiano e besciamella.
 

Ricetta - Lasagna

Ingredienti

Per 500 g di lasagne
400 g di farina di grano tenero
4 uova
½ cucchiaino di sale

Per il condimento
200 g di parmigiano reggiano
1 kg di besciamella

Per il ragù
1 carota
1 cipolla
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 bicchiere di latte
50 g di burro
1 bicchiere di vino rosso
100 g di pancetta
250 g di polpa di manzo tritata
250 g di coscia di maiale tritata
250 ml di brodo di carne
250 g di passata di pomodoro
1 costa di sedano
sale
pepe

  • Tempi di
    preparazione 60' min
  • Difficoltà
    di elaborazione
  • Posti a
    tavola x 10
  • Tipologia di
    cottura

Preparazione

Iniziamo con il preparare le sfoglie di pasta. Disponiamo la farina setacciata a fontana sul piano di lavoro, rompiamo nel centro le uova, una alla volta e aggiungiamo il sale. Impastiamo bene il tutto con le mani fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo che lasceremo riposare per un’ora avvolto in una pellicola in un luogo fresco e asciutto.

Nel frattempo prepariamo il ragù mettendo a soffriggere in olio e burro la cipolla, le carote e il sedano tritati a cui aggiungeremo la carne macinata e la pancetta a pezzetti, rosolando il tutto per qualche minuto. Sfumiamo, quindi, con il vino rosso a fiamma alta e quando sarà evaporato uniamo la passata di pomodoro sciolta in un po’ di brodo, con pepe e sale e lasciamo cuocere a fuoco moderato a pentola semicoperta per almeno 2 ore mescolando frequentemente. Infine, aggiungiamo il latte.

Procediamo quindi con stendere la sfoglia con un mattarello di legno fino ad uno spessore di circa 0,5 mm. Tagliamo con un coltello a lama liscia tanti riquadri regolari di circa 10 cm per 5 cm. Li sbollentiamo in acqua salata prima di iniziare a disporli nella teglia con il condimento.

Sul fondo della teglia iniziamo con il mettere un po’ di ragù e della besciamella e poi procediamo con l’adagiare un primo strato di sfoglie di pasta su cui metteremo qualche cucchiaiata di ragù, qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato e abbondante besciamella e così via, uno strato di pasta e uno di condimento, fino ad arrivare al bordo della teglia. Inforniamo, infine, a 170° per un’ora, finché non si sarà fatta la crosticina sopra. Servire calde.

Valentina Sanesi

La tua ricetta sul nostro portale

Se sei un cuoco, se ami la cucina,
se possiedi la ricetta della nonna
condividila con noi!

Inviaci una ricetta

Lascia un commento

Commenti e consigli dei visitatori:

gabri16/01/2014 09:33

Voglio provare a farla! Grazie per la ricetta e per le info sulla storia del piatto, davvero interessante!