Home

Preseleziona la ricerca

Da Pescasseroli a Castel di Sangro, passando per il Lago di Barrea

Da Pescasseroli a Castel di Sangro, passando per Civitella Alfedena. Un itinerario tra i monti e la natura abruzzese, al confine con il Lazio. Scopriamo alcune delle località più note nella provincia de L'Aquila in un percorso tra natura e borghi storici.
  • Artistici - Culturali
  • Natura e Relax
  • Automobile

immagine della tappa a Pescasseroli

Immagine di Pescasseroli

La prima tappa del nostro itinerario è Pescasseroli, meta turistica molto frequentata soprattutto dai romani, tanto nella stagione estiva che in inverno, dove molti turisti affollano I suoi impianti sciistici. Pescasseroli si trova nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo, tanto da ospitarne anche la sede amministrativa. La strada che ci conduce in questa località, partendo dall'autostrada A25, ci regala dunque splendidi paesaggi tra le montagne abruzzesi.

Arrivati in paese visitiamo il suo borgo dove si conservano le antiche chiese dedicata ai Santi Pietro e Paolo e al Carmelo. Possiamo poi dedicarci, se la stagione lo concede, ad un'escursione nella natura circostante.

immagine della tappa b Civitella Alfedena

Immagine di Civitella Alfedena

Ripartiti da Pescasseroli ci dirigiamo alla volta del Lago di Barrea. La prima sosta è il borgo di Civitella Alfedena, che ci offre uno splendido colpo d'occhio incredibile sul lago artificiale di Barrea, creato rallentando il corso del fiume Sangro, da una parte e dall’altra i Monti del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Il piccolo borgo merita certamente una passeggiata con le sue abitazioni che affacciano quasi esclusivamente sul lato interno dell'antico borgo, su stradine molto strette e caratterizzate da rampe di scalini in selciato bianco. 

italiavirtualtour.it consiglia

immagine della tappa c Barrea

Immagine di Barrea

Sulla sponda del lago opposta a Civitella sorge il borgo di Barrea che offre scorci sul lago estremamente suggestivi. Risaliamo il centro storico fino all'antico castello di epoca medievale da cui si gode la migliore vista sul lago. Nel risalire le strade del borgo ammiriamo gli edifici e le chiese, in particolare quella dedicata a San Tommaso nella piazza principale.

immagine della tappa d Castel di Sangro

Immagine di Castel di Sangro

L'ultima tappa del nostro itinerario è Castel di Sangro  importante meta turistica tutto l’anno: d’inverno è un base perfetta per raggiungere le piste diRoccarasoPescocostanzo e Rivisondoli, mentre d’estate il clima è caldo secco, con la bellezza del paesaggio delle montagne e della Valle.

Nel suo centro storico visitiamo la bella Piazza del Plebiscito e poi ci dedichiamo ad una visita alla Pinacoteca Patiniana, allestita all'interno di Palazzo De Petra, qui sono conservate le opere del sangritano Teofilo Patini, grande espressione del realismo italiano a cavallo tra ottocento e ‘900. All'artista è dedicato anche un monumento posto su Corso Vittorio Emanuele. Nella parte più alta del paese raggiungiamo anche la bella Chiesa dedicata a Santa Maria Assunta, il principale edificio religioso di Castel di Sangro. Infine prima di ripartire consigliamo una visita al Museo civico Aufidenate, all'interno dell’ex convento della Maddalena che ospita i reperti archeologici dell’antica città sannita e romana di Aufidena. 

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

manu14/04/2014 11:21

Molti di questi itinerari percorsi in moto sono ancor più spettacolari!