Home

Preseleziona la ricerca

Rossano, l'antica terra degli enotri

Rossano

Un itinerario tra le evidenze storiche ed architettoniche della città di Rossano, tra le strade e le piazze della città degli Enotri. Partiamo dal Rione ebraico, con la Porta Giudecca, per arrivare alla Chiesa di S. Anna  con le limitrofe Grotte Lauritiche.

  • Artistici - Culturali
  • Automobile
  • Enogastronomia

immagine della tappa a Rione ebraico

Immagine di Rione ebraico

Partiamo dal Rione Ebraicoo la cui struttura più importante del è la Porta Giudecca, che un tempo portava al quartiere, situata nella parte bassa del centro storico, a pochi passi dal Liceo Classico “S.Nilo”. Numerosi sono stati gli interventi in quest’area della città, che è stata ripristinata con il vecchio acciottolato la strada che da S. Marco conduce all’oratorio del Pilerio e sono stati resi accessibili l’Oratorio del Pilerio e la sottostante valle dei mulini che costituisce uno degli scorci più belli della Rossano storica.

immagine della tappa c Torre dell'orologio

Immagine di Torre dell'orologio

Nel centro storico di Rossano, levando gli occhi verso l’alto, potrete ammirare quasi da ogni punto la Torre dell’Orologio, di recente restauro. Si tratta di una torre campanaria a base quadrata, suddivisa in tre livelli da cornici marcapiano: ognuno di essi è caratterizzato da un’apertura ad arco a tutto sesto e da lesene laterali che conferiscono alla struttura una spiccata linearità verticale. Alla sommità si trova una cupola con un terrazzino accessibile per i visitatori, da cui si gode di un’eccezionale vista: un posto ideale per scattare qualche bella foto di Rossano e del circondario. I colori tenui con cui è stata recentemente ridipinta conferiscono alla Torre dell’Orologio un aspetto molto elegante, particolarmente apprezzabile al calar della sera, quando entrano in funzione i 5 proiettori di cui è dotata. Il nostro invito è quello di visitare la torre anche se non intendete salire fin su in cima. Al piano terra, infatti, troverete un interessante allestimento di cartoline, documenti storici e foto di Rossano e del suo hinterland.

immagine della tappa d Cattedrale di Maria Santissima Archiropita

Immagine di Cattedrale di Maria Santissima Archiropita

La Cattedrale di Maria Santissima Achiropita è stata eretta nell'XI secolo, con successivi interventi nel XVIII e XIX, e rappresenta il principale monumento architettonico della città, con pianta a tre navate e tre absidi. La torre campanaria e la fonte battesimale risalgono al XIV secolo, mentre gli altri decori datano tra il XVII e il XVIII secolo. La chiesa è famosa per l'antica immagine della Madonna Acheropita, ossia non dipinta da mano umana, di datazione probabile tra il 580 la prima metà dell'VIII secolo. All'interno della sacrestia nel 1879 fu ritrovato il famoso "Codex Purpureus Rossanensis", evangeliario greco del V-VI secolo di origine mediorientale, portato a Rossano probabilmente da qualche monaco in fuga dall'oriente durante l'invasione degli arabi. Il manoscritto anonimo è la testimonianza più rappresentativa e preziosa di Rossano "Bizantina", riporta testi vergati in oro ed argento ed è conservato all'interno del Museo Diocesano.

immagine della tappa e Museo della liquirizia

Immagine di Museo della liquirizia

Ultima tappa del nostro itinerario è il Museo della Liquirizia, unico in Italia ad esporre al suo interno gli attrezzi utilizzati nella lavorazione, nella commercializzazione e nell'estrazione della radice da cui si ricava la liquirizia, oltre ad abiti, oggetti e manoscritti legati alla famiglia Amarelli, impegnata da circa 3 secoli nella produzione del celebre prodotto. Gli Amarelli hanno voluto fortemente la realizzazione di questo Museo, nel desiderio di presentare al pubblico una singolare esperienza imprenditoriale, nonché la storia di un prodotto unico strettamente legato al territorio. Una storia di lavoro, di cultura, di impresa, di tradizioni, che affonda le sue radici nella terra di Calabria, a Rossano, in Contrada Amarelli. Una storia da toccare con mano, da leggere, da ascoltare e da vivere nel Museo più delizioso d’Italia.

Lascia un commento


Notice: Undefined index: displayCookieConsent in /var/www/vhosts/italiavirtualtour.it/httpdocs/inc/footer.php on line 140