Home

Preseleziona la ricerca

"La Ciociaria": aree geografiche

La Ciociaria viene comunemente identificata con il territorio che coincide con l’attuale provincia di Frosinone. Teatro di contese e scontri, prima tra gli ernici e i volsci, poi tra lo Stato Pontificio e il Regno delle due Sicilie e durante la Seconda Guerra Mondiale tra tedeschi e alleati. Oggi è caratterizzata da dolci valli, spettacolari grotte, piccoli laghi di rara bellezza, corsi d’acqua dalla portata straordinaria , ma anche da panorami mozzafiato sulle misteriose Mura Poligonali o sulle cascate dell’Isola del Liri in cui il silenzio regna sovrano e dove ognuno ha il tempo di ritrovarsi e curare spirito e corpo come nel complesso delle splendide Terme di Fiuggi.

Cucina

La cucina tradizionale ciociara custodisce un mosaico di sapori e di particolarità di primissimo ordine e dall'insospettabile varietà dove il comune denominatore è la semplicità ricca però di gusto e di fantasia.

La sua matrice contadina è molto varia e ricca, come la molteplicità dei popoli che hanno abitato questa terra antica che ne hanno arricchito la storia e la gastronomia, ed è per tutto questo che il viaggio nella terra ciociara della Provincia di Frosinone è sorprendente anche per il palato, oltre che per la vista.

Tipiche di questo territorio sono le zuppe del tipo "pane sotto" di cui ne esistono tante varietà di gusti e di preparazioni: si va dalle versioni più semplici e rozze a vere e proprie "ribollite", se si vuole anche più gustose del celeberrimo piatto toscano, se non altro per la bontà del pane di grano ciociaro.

cucina della ciociaria

Il valore della cucina ciociara è una vera e propria scoperta come per esempio nella variegata varietà delle paste fresche come le fettuccine e i maccheroncini di pasta all’uovo, i tipici maccheroni ai ferri o i Paternostri, realizzati con l'utilizzo di utensili metallici, ma soprattutto la ricetta più tipica è quella dei “fini fini” con sugo di recaglie, cioè degli spaghettini all’uovo con sugo di frattaglie di pollo.

Anche con gli impasti di semplice acqua e farina si trovano numerose varietà e dimensioni come le sagne, le patacche, le sagne pelose (con farina integrale), gli strozzapreti, gli ammazzacavalli e i ciecamariti.

Particolarissime poi sono alcune ricette speziate come il Garofolato di Veroli che si differenzia dalla ricetta  nazionale, che è un modo di cucinare le carni vaccine, per essere realizzato invece con l'agnello. Lo stesso per il cosciotto di capretto alla Ciociara, infornato con copiose erbe aromatiche.

Le splendide e numerose zone boschive di questa terra favoriscono inoltre la nascita di numerose qualità di funghi preparati in zuppa, alla piastra o sott’olio. Considerazione a parte meritano i tartufi molto diffusi e di ottima qualità che crescono abbondanti, famosissimi sono quelli di Campoli Appennino, la città dell’Orso e del Tartufo, che celebra questo profumato prodotto della terra a novembre con la Festa del Tarufo. Molto gustosi sono poi i legumi, veri protagonisti di molte ricette e valorizzati attraverso feste e sagre molto caratteristiche come la Sagra del Fagiolo Cannellino ad Atina che si svolge ad agosto.



Anagni non è conosciuta solo per le vicende storiche legate alla figura di Bonifacio VIII, ma anche per la sua incantevole e deliziosa gastronomia dove tipico è il Timballo di Bonifacio VIII dedicato al "papa dello schiaffo". Ma ad Anagni ottimo è anche l'olio extra vergine di oliva, “Oro verde della Ciociaria”, così come pregevole è il vino Rosso Cesanese abbinato al timballo, agli gnocchi di patate, alla polenta con le salsicce, alle spuntature di maiale, all’abbacchio allo scottadito o alla pecora in umido.

cucina della ciociaria

Un dolce caratteristico è invece il Panpepato o panpapato, tipico delle festività natalizie, composto secondo tradizione da vari alimenti come le mandorle, le nocciole, i pinoli, il pepe, la cannella, la noce moscata, i canditi, il tutto impastato con miele, farina e mosto cotto d'uva.

A Frosinone tra i primi ci sono i tonnarelli alla ciociara, i "fini-fini" al pomodoro, le fettuccine con rigaglie di pollo, le sagne e fagioli con le cotiche, la polenta con broccoletti e salsicce, mentre tra i secondi ci sono le salsicce, l’abbacchio allo scottadito, la pecora al sugo, le lumache al pomodoro, l’"abbuticchio" in umido, le "coppiette" ciociare, il tutto accompagnato da pietanze vegetali come i broccoli "calati" in padella, le frittelle di cavolfiore e le fave col pecorino.



Tra i dolci tipica è la "pigna" pasquale, le frittelle in occasione del Natale, gli struffoli fritti con miele, le "frappe" per il Carnevale e i maritozzi, tutto accompagnato da pregevoli vini come la Passerina del Frusinate, o il Cabernet di Atina e il Cesanese del Piglio.

cucina della ciociaria

Un tuffo nell'antichità e nelle bellezze architettoniche più ricche si ha poi ad Alatri, Ferentino e Veroli che sono tre delle principali città fortificate ciociare (la quarta è Anagni) che si stagliano lungo la china interna dei Monti Ernici. Contrassegnate dalla presenza della mura megalitiche hanno conosciuto il massimo splendore nel Medioevo e in questa zona sono veramente tante le specialità gastronomiche come i salumi che trovano l'apice nel prosciutto di Guarcino, un paese dove celebri sono anche gli amaretti, per poi giungere a Collepardo che unisce al patrimonio architettonico lo studio delle erbe aromatiche ormai millenario attraverso la realizzazione di infusi e liquori di erbe unici nel loro genere come la sambuca di Collepardo. In tutta la zona poi si produce miele millefiori e celebri sono i prodotti da forno e il pane di Veroli, così come i biscotti e  le “pizze cresciute” veramente imperdibili.

Le aree geografiche e i comuni

Fiuggi, Anagni e Ferentino, terre di Papi e di Sorgenti  (7)

Immagine della subarea Fiuggi, Anagni e Ferentino, terre di Papi e di Sorgenti

Frosinone e dintorni  (8)

Immagine della subarea Frosinone e dintorni
  • Arnara
  • Boville Ernica
  • Frosinone
  • Monte San Giovanni Campano

Alatri e dintorni, terre di grotte e paesaggi naturali  (10)

Immagine della subarea Alatri e dintorni, terre di grotte e paesaggi naturali

Cassino e dintorni, tra spiritualità e storia  (30)

Immagine della subarea Cassino e dintorni, tra spiritualità e storia
  • Acquafondata
  • Alvito
  • Aquino
  • Atina
  • Belmonte Castello
  • Casalattico
  • Cassino
  • Castrocielo
  • Cervaro
  • Colfelice
  • Colle San Magno
  • Settefrati
  • Terelle
  • Vallemaio
  • Vallerotonda
  • Vicalvi
  • Villa Latina
  • Villa Santa Lucia
  • Viticuso

Pontecorvo e dintorni  (14)

Immagine della subarea Pontecorvo e dintorni
  • San Giovanni Incarico
  • Sant'Andrea del Garigliano