Home

Preseleziona la ricerca

Belvedere Piazza di Corte Museo delle Navi Romane Belvedere Ceyrat Piazza della Libertà

I Castelli Romani

Castel Gandolfo
Belvedere

I Castelli Romani

Ariccia
Piazza di Corte

I Castelli Romani

Nemi
Museo delle Navi Romane

I Castelli Romani

Nemi
Belvedere Ceyrat

"I Castelli Romani": aree geografiche

I Castelli Romani devono il loro toponimo alle fortificazioni edificate all’indomani della caduta dell’impero romano da parte delle famiglie baronali romane. Il territorio vide aumentare la sua popolazione a partire dal XIV secolo. Oggi il territorio di origine vulcanica dei Castelli Romani da’ vita all’omonimo Parco Regionale. I Comuni che lo compongono sono:  Albano Laziale, Ariccia, Castel Gandolfo, Colonna, Frascati, Genzano di Roma, Grottaferrata, Lanuvio, Lariano, Marino, Montecomprati, Monteporzio Catone, Nemi, Rocca di Papa, Rocca Priora, Velletri.

Sport

L'area dei Castelli Romani si trova a pochi chilometri da Roma e comprende tutte quelle cittadine la maggior parte delle quali sorgono su alture note fin dall'antichità come Colli Albani, sotto ai quali si stende l'incantevole Lago di Albano e il misterioso Lago di Nemi.

Numerose sono le escursioni che si possono fare nelle splendide campagne, oltre che la visita alle aree archeologiche e ai musei, scrigni di tesori inestimabili, spesso sconosciuti.

Molte sono le attività che possono essere praticate ai Castelli Romani come canoa, windsurf, parapendio, sci nautico e vela, jogging, golf e scuola di equitazione, soprattutto presso i Pratoni del Vivaro già sede delle Olimpiadi di Roma del 1960.

Inoltre l'area è anche raggiungibile dal centro di Roma in bicicletta pedalando su strade senza, o con ridottissimo, traffico automobilistico. Il percorso si snoda sull'Appia Antica fino a Frattocchie e poi prosegue su stradine secondarie fino ad arrivare alla galleria che porta al Lago di Albano.

IL LAGO DI ALBANO

Grazie alla magica combinazione di più elementi come il clima dolce, la rigogliosa vegetazione, i paesaggi ancora incontaminati con panorami incantevoli e la presenza di centri turistici dotati di moderne attrezzature, il Lago di Albano è la meta preferita di numerosi turisti in ogni stagione dell'anno.

La caratteristica principale di questo lago è quella di avere acque molto stabili da permettere competizioni di canottaggio e canoa. Qui è presente il circolo federale della FICK (Federazione Italiana Canoa e Kayak), dove si allena la nazionale italiana.

Ma sulla superficie del lago è praticata anche la vela e sul lungolago di Castel Gandolfo è piacevole fare jogging. Per il giro del lago, invece, è senz'altro più adatta la mountain bike per seguire i sentieri e le strade sterrate nel percorso base da cui partono anche molte deviazioni come per il Belvedere di Marino, la Zona Archeologica Appia Antica, le rovine di Albalonga o i paesi limitrofi come Albano Laziale, Rocca di Papa e Ariccia.

Inoltre nei dintorni i sentieri del Parco Naturale Castelli Romani permettono un'ampia scelta di percorsi a piedi, in bicicletta o a cavallo.

lo sport dei castelli

Molto bella è l'escursione di trekking su Monte Cavo, la cima più alta dei dintorni, dove un tempo i popoli latini avevano edificato un tempio a Giove Laziale. Del tempio purtroppo rimangono solo pochi resti ma c'è ancora l'antica Via Sacra che partiva forse dal Santuario di Diana, sul Lago di Nemi, e si inoltrava nel bosco portando fin sulla sommità. La passeggiata a piedi è molto piacevole, tutta in mezzo al bosco con vedute incomparabili del Lago di Nemi e di quello di Albano, soprattutto in autunno quando i colori dorati sono indimenticabili.

In bicicletta invece molto bello è il percorso lungo la salita che porta a Castel Gandolfo venendo dalla via Appia, per poi proseguire in direzione di Albano, verso Ariccia, Genzano e il Lago di Nemi, e una deviazione molto suggestiva è scendere giù fino al Lago di Albano e godersi la panoramica che costeggia la parte nord del lago per poi risalire e ricongiungersi con la Via dei Laghi.

Ma la zona del Lago di Albano è anche molto frequentata da chi ama volare con il parapendio a Genzano dalla zona sopra Vallericcia e a Monte Fiore che sta a Rocca Priora.

IL LAGO DI NEMI

Una piacevole passeggiata di trekking di un'ora circa conduce da Nemi alle rive del lago, al Museo delle Navi Romane e all'antico Emissario del Lago di Nemi.

Dal Belvedere si continua attraverso una scalinata fino ad uscire dal paese in prossimità di un arco oltrepassato il quale il viottolo scende a zig-zag tra la fitta vegetazione verso il lago sottostante, passando accanto ad alcune costruzioni diroccate fino alla strada asfaltata che costeggia lo specchio d'acqua. Qui si possono ammirare i contrasti cromatici dei fiori ai bordi del lago, che sono specie protetta, oppure recarsi a visitare il Museo. Continuando per poche centinaia di metri, oltre il museo, in direzione di Genzano, un sentiero sulla sinistra taglia tra i campi e giunge all'imbocco dell'Emissario romano che consentiva di mantenere i laghi di Albano e di Nemi allo stesso livello.

Le aree geografiche e i comuni

L'Appia e i suoi Castelli  (3)

Immagine della subarea L'Appia e i suoi Castelli

La Tuscolana e i Castelli Romani  (7)

Immagine della subarea La Tuscolana e i Castelli Romani

La via dei Laghi e i suoi Castelli  (4)

Immagine della subarea La via dei Laghi e i suoi Castelli