Home

Preseleziona la ricerca

Monastero di San Benedetto - Subiaco Veduta del Lago del Turano dal Monte Antuni - Castel di Tora Chiesa di Santa Maria del Piano - Pozzaglia Sabina I lagustelli di Percile Le grotte di Collepardo Acropoli di Arpino

Da Norcia a Subiaco e Montecassino sulle orme del Padre dell'Europa


Monastero di San Benedetto - Subiaco

Da Norcia a Subiaco e Montecassino sulle orme del Padre dell'Europa


Veduta del Lago del Turano dal Monte Antuni - Castel di Tora

Da Norcia a Subiaco e Montecassino sulle orme del Padre dell'Europa


Chiesa di Santa Maria del Piano - Pozzaglia Sabina

Da Norcia a Subiaco e Montecassino sulle orme del Padre dell'Europa


I lagustelli di Percile

Da Norcia a Subiaco e Montecassino sulle orme del Padre dell'Europa


Le grotte di Collepardo

Da Norcia a Subiaco e Montecassino sulle orme del Padre dell'Europa


Acropoli di Arpino

"Il cammino di San Benedetto": i comuni

Sport

Per chi non volesse pensare solo al benessere interiore e alla conoscenza di nuovi luoghi, il Cammino di San Benedetto offre anche la possibilità di praticare molti sport, data la lunghezza del percorso, più di 300 chilometri, che attraversa svariate aree naturalistiche, boschi e vallate ricche di laghi, fiumi, flora e fauna.

Innanzitutto lo stesso Simone Frignani, ideatore del progetto, ha previsto due percorsi opzionali, uno a piedi e uno in bicicletta, divisi rispettivamente in sedici e sette tappe giornaliere.

 

Parco regionale dei monti simbruini

Parco Regionale dei Monti Simbruini - Subiaco (RM)

 

Ma il percorso, come detto, offre l’imbarazzo della scelta per quanti, appassionati di sport e di attività fisica all’aria aperta, decidano di intraprenderlo.

A partire dallo stupendo Parco Nazionale dei Monti Sibillini, di cui Norcia fa parte. Circa 70.000 ettari di superficie, con la ricca vegetazione offerta dalle differenti altezze delle cime. Così è possibile praticare trekking a cavallo o con gli asini, tra agriturismi, rifugi e percorsi della transumanza; tiro con l’arco, orienteering; sci di fondo e arrampicate su roccia e ghiaccio in inverno; e per chi preferisse non rimanere con i piedi per terra, deltaplano. E’ famoso inoltre il percorso detto Il Grande Anello dei Sibillini.

Da Poggio Bustone si può partire per un’escursione sul Monte Terminillo, mentre nei dintorni di Rieti si può scegliere di costeggiare il fiume Velino, lungo il quale si può pescare o praticare rafting, o di effettuare escursioni a cavallo; arrivando fino alla Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile c’è anche l’occasione di scegliere il birdwatching.

Proseguendo il percorso verso Montecassino, da Rocca Sinibalda e Castel di Tora si può prediligere un’escursione alla Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia, o la pratica di sci nautico, canoa e pesca sportiva presso il meraviglioso Lago del Turano; la pesca sportiva, allontanandosi di più, è praticabile anche nel Lago del Salto Cicolano, il più grande lago artificiale del Lazio.

I Comuni di Subiaco e Trevi nel Lazio rientrano infine in un’altra splendida area protetta, il Parco Regionale dei Monti Simbruini, di cui fa parte il Monte Livata sul quale si può praticare sci di fondo e sci di discesa. Inoltre nel Parco si possono anche effettuare arrampicata libera, equitazione, escursionismo, parapendio e trekking.