Home

Preseleziona la ricerca

Piazza Tullio De Michele, Raiano Cattedrale di San Panfilo, Sulmona Castello medievale Cantelmo, Pettorano sul Gizio Arciconfraternita della Santissima Trinità

Ai piedi del Parco della Maiella le antiche testimonianze di una terra leggendaria


Piazza Tullio De Michele, Raiano

Ai piedi del Parco della Maiella le antiche testimonianze di una terra leggendaria


Cattedrale di San Panfilo, Sulmona

Ai piedi del Parco della Maiella le antiche testimonianze di una terra leggendaria


Castello medievale Cantelmo, Pettorano sul Gizio

Ai piedi del Parco della Maiella le antiche testimonianze di una terra leggendaria


Arciconfraternita della Santissima Trinità

"Valle Peligna": i comuni

La terra dell’antico popolo dei Peligni, culla di Sulmona e del poeta Ovidio

La Valle Peligna è una conca della regione Abruzzo che si estende sulla parte meridionale, dalla città di Sulmona fino a Popoli, altro centro abruzzese. E’ uno dei territori più antichi della regione, il nome deriva dalle sue origini lagunari, il termine Peligno infatti vuol dire paludoso, fangoso. Attraversata dal fiume Sagittario e dal fiume Aterno, la Valle Peligna è circondata da diverse catene montuose, la Majella, il Monte Sirente, la Valle del Sagittario, il monte Genzana e dalla Piana del Fucino. Proprio insieme al Fucino rappresenta il più antico insediamento dell’intera regione Abruzzo. Il centro principale della conca è Sulmona, città nota per i confetti, esportati a livello internazionale e per aver dato i natali al poeta latino Ovidio. Non meno importanti gli altri centri del territorio, quali Pacentro, Introdacqua, la già citata Popoli, Pratola Peligna, Scanno ed il famoso lago, Raiano, Bugnara, Corfinio, Prezza; Roccacasale, Pettorano sul Gizio e Vittorito. Oggi la Valle Peligna è un territorio ricco di cultura, arte, tradizioni, enogastronomia, monumenti e luoghi di culto, che la rendono molto interessante proprio dal punto di vista storico.