Home

Preseleziona la ricerca

Chiesa Madonna della Pace e San Benedetto - sec. XV 
Chiesa di Sant' Andrea - sec. XIX La Rocca dei Borgia Chiesa Santissima Trinità Fonte San Benedetto

Natura, Castelli, Monasteri

Jenne
Chiesa di Sant' Andrea - sec. XIX

Natura, Castelli, Monasteri

Subiaco
La Rocca dei Borgia

Natura, Castelli, Monasteri

Vallepietra
Chiesa Santissima Trinità

Natura, Castelli, Monasteri

Vivaro Romano
Fonte San Benedetto

"Aniene Tour": i comuni

La Valle dell'Aniene occupa uno dei territori più affascinanti del Lazio dove eccezionali documenti dell'antichità si accostano a memorie medievali, in un paesaggio montuoso percorso da fertili e ampie vallate ricche di acque, con tutto il comprensorio caratterizzato da un habitat di notevole valore ecologico, faunistico ed antropico.

NATURA, CASTELLI E MONASTERI

La Valle dell'Aniene occupa uno dei territori più affascinanti del Lazio dove eccezionali documenti dell'antichità si accostano a memorie medievali, in un paesaggio montuoso percorso da fertili e ampie vallate ricche di acque, con tutto il comprensorio caratterizzato da un habitat di notevole valore ecologico, faunistico ed antropico.

La Valle dell'Aniene vanta numerose perle come Subiaco con il Monastero di San Benedetto, Vicovaro e le sue Mura Ciclopiche, Vallinfreda con il suo Palazzo Bencivenga di puro stile barocco e Riofreddo con la Villa Garibaldi.

Inoltre attorno a loro sono tantissimi i piccoli comuni rappresentanti di una storia millenaria fatta di difesa e di controllo delle rotte commerciali verso l'Abruzzo e di pascoli d'altura.

Tra un castello, come il Castello Theodoli di Sambuci o il Castello Orsini di Roccagiovine, e un ruscello, tra un sentiero e un museo, come l’Ecomuseo del Territorio di Arsoli, si può partire alla scoperta della Valle dell'Aniene, questo vasto territorio caratterizzato da peculiari particolarità geologiche e geomorfologiche, come le Grotte dell’Arco di Bellegra, da paesaggi suggestivi, come quelli che si possono godere nel Parco dei Monti Ruffi, e da un ricco patrimonio storico, artistico e culturale come il Museo Centro Studi sulla Pittura Europea del Lazio di Olevano Romano.

Molto importante è poi l'aspetto idrogeologico con le numerose sorgenti di acqua che sono state sfruttate fin dai tempi antichi per l'approvvigionamento idrico della città di Roma. Infatti nella valle numerose sono le tracce della storia come i Resti dell’Acquedotto Romano di Vicovaro, l’Acquedotto di Nerone di Anticoli Corrado, la Villa di Nerone a Subiaco e i Ruderi della Villa di Orazio a Roccagiovine.

Splendido è poi il piccolo centro di Sambuci, così denominato per gli alberi di sambuco che qui sono abbondantissimi, e Arsoli, con il suo Castello Massimo del XVI secolo dove preziosi sono i giardini all’italiana e le stanze affrescate dallo Zuccari.