Home

Preseleziona la ricerca

Un giorno a Taormina, perla di Sicilia

Taormina

La città rappresenta un unicum caratterizzato da un intreccio di preziosi elementi architettonici, urbanistici, paesaggistici, monumentali e archeologici. Esaltata dalla maestosa imponenza dell'Etna, dall'incantevole costa di Capo Taormina e dell'Isola Bella.
  • Artistici - Culturali
  • Pedoni

immagine della tappa a Da Porta Messina a Piazza Vittorio Emanuele II

Immagine di Da Porta Messina a Piazza Vittorio Emanuele II

La nostra passeggiata ha inizio da Porta Messina superata la quale inizia il Corso Umberto I che conduce a Piazza Vittorio Emanuele II. Giunti alla piazza sulla destra si trova il Palazzo Corvaja (XI-XV d.C.), in alcuni ambienti del quale è allestito il Museo siciliano di Arte e tradizioni popolari costituito da una raccolta di vari oggetti provenienti dalle tradizione e cultura locale siciliana. A sinistra del palazzo sorge la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria (XVII sec. d.C.) in stile barocco sorta sulle rovine dell’Odeon (II sec. d.C.), piccolo teatro costruito per volere dell’Imperatore Ottaviano. Da Piazza Vittorio Emanuele è possibile raggiungere i resti del grandioso Teatro Greco attraverso la via omonima. Il monumento realizzato in età ellenistica fu interamente ricostruito dai Romani. Tornando in Piazza Vittorio Emanuele e proseguendo su Corso Umberto I una stretta viuzza sulla sinistra conduce all’ingresso delle Naumachie (II sec. d.C.), imponente struttura utilizzata dai Romani come fontana monumentale con giochi d’acqua.

immagine della tappa b Piazza IX Aprile

Immagine di Piazza IX Aprile

Continuando a percorrere Corso Umberto I si giunge a Piazza IX Aprile caratterizzata da una terrazza panoramica mozzafiato dalla collina del Teatro alle pendici dell’Etna. A sinistra si trova l’ex Chiesa di S. Agostino (XV sec. d.C.) con annesso convento in stile tardo-gotico siciliano, adibita a Biblioteca Comunale. A destra, invece, sulla sommità di una gradinata si trova la Chiesa di S. Giuseppe (XVII sec. d.C.) in stile barocco. Al suo interno si possono ammirare otto tele della metà del Seicento che raffigurano Scene della vita di Maria. Chiude la Piazza la Torre dell’Orologio (XII sec. d.C.) nella quale si apre la Porta di Mezzo.  

immagine della tappa c Da Piazza del Duomo a Porta Catania

Immagine di Da Piazza del Duomo a Porta Catania

Ripreso Corso Umberto I si raggiunge Piazza del Duomo . A destra si trova il Palazzo Municipale(XVII sec. d. C.), a sinistra la Basilica Cattedrale di S. Nicolò eretta nel XIII sec. d. C. e riedificata nel XV- XVI sec. d. C. Di notevole interesse il portale principale con un grande rosone centrale scolpito in stile rinascimentale. Sul lato opposto della Piazza si trova una gradinata che conduce a Piazzale S. Domenico, qui si trova l’ex Convento di S. Domenico (X-VI sec. d.C.), qui si può percorrere la panoramica via Roma, poi proseguendo su via Bagnoli Croce ci si immette su Via Pirandello in prossimità del Colombario bizantino, caratterizzato da tombe ad inumazione scavate nella roccia. Al civico 105 si trova la sede del Museo Regionale dei Beni naturali e naturalistici Isola Bella. Da qui si consiglia poco più avanti una sosta al belvedere da cui si può ammirare un suggestivo panorama proprio sull’Isola Bella. Risalendo il Vico De Spuches si raggiunge la Porta Catania o del Tocco, che delimita il borgo a sud. Da qui si consiglia una visita alla Badia Vecchia (XIV sec. d. C.), palazzo-fortezza risalente al XIV secolo, sede del Museo Archeologico di Taormina.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

vera15/12/2013 20:35

E' una delle più belle città della Sicilia e d'Italia! Non vedo l'ora di tornarci!