Home

Preseleziona la ricerca

La via del Tartufo e della Castagna nella Valle del Turano I

Da Belmonte in Sabina ad Ascrea, passando per Rocca Sinibalda, Longone Sabino, Colle di Tora e Castel di Tora



Un itinerario tra i borghi più belli della Valle del Turano per degustare i sapori dei prodotti tipici. Questo percorso è una gioia per gli occhi, per la mente e per il palato. Attraverseremopaesi e borghi da sogno, affacciati sul lago o arroccati sui monti. Dal 2008 i comuni della Strada del Tartufo e della Castagna della Valle dei Turano promuovono i prodotti locali, mirando a tutelarli e valorizzarli. In questi luoghi potremo, quindi, assaggiare diverse varietà del pregiato tartufo e delle celebri castagne della provincia di Rieti.
  • Artistici - Culturali
  • Natura e Relax
  • Moto
  • Automobile
  • Camper

immagine della tappa a Belmonte in Sabina

Immagine di Belmonte in Sabina

Il percorso inizia da Belmonte in Sabina. Il centro è un delizioso borgo medioevale al quale si accede attraversando una porta risalente al secolo XIV.  Passeggiando si consiglia di visitare la Chiesa di S. Elena e la piccola Chiesa di S. Rufina.
Il tour prosegue su Via Colle Catino verso sud e, girando su via Roma, in direzione Rocca Sinibalda. In totale percorreriamo circa 10 Km.

immagine della tappa b Rocca Sinibalda

Immagine di Rocca Sinibalda

Il Castello di Rocca Sinibalda, il cui primo nucleo risale al 1084, è un elemento da non perdere in questo tour nella Valle del Turano, insieme alla grande torre che domina il borgo.
La strada del tartufo prosegue verso le altre tappe: da Piazza della Vittoria, prenderemo nuovamente via Roma per arrivare a Longone Sabino, a circa 10 Km di distanza.

immagine della tappa c Longone Sabino

Immagine di Longone Sabino

Le origini dell'abitato, che risalgono al X secolo, oggi si manifestano nell'intreccio delle stradine del borgo, nella pietra e nelle facciate delle case. Intorno, i boschi rendono particolarmente attraente il paesaggio, all'incrocio tra le valli del Salto e del Turano.
Dopo una visita al centro storico e magari una pausa culinaria, si esce dal paese: percorriamo via Roma verso est (Colle di Tora) e prendiamo la Turanense.

immagine della tappa d Colle di Tora

Immagine di Colle di Tora

Raggiungiamo questo piccolo centro abitato, adagiato in modo scenografico su uno sperone roccioso che termina nel lago del Turano. Il centro storico merita una visita. Proseguendo verso sud, seguiamo le indicazioni per Castel di Tora, sulla riva opposta del lago.

 

immagine della tappa c Castel di Tora

Immagine di Castel di Tora

Tra i borghi più belli d'Italia, tappa imperdibile di un tour nella Valle del Turano, Castel di Tora domina un paesaggio di boschi e monti affacciati sul lago. Si può iniziare la passeggiata dalla torre della fortezza, risalente all'XI secolo. Vale la pena poi perdersi nelle stradine e lasciarsi trasportare nelle atmosfere medioevali.

immagine della tappa c Ascrea

Immagine di Ascrea

Più a sud si raggiunge Ascrea, piccolo abitato ubicato sul fianco delle montagne che si affacciano sul lago. La frazione di Ascrea che prende il nome di Stipes è il centro più importante per la produzione di tartufi. Qui si svolge una famosa sagra a metà agosto. Si può, quindi, decidere di fare qui una pausa culinaria o acquistare alcuni prodotti locali.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

giovanna07/10/2013 07:53

Bell'itinerario! E poi che paesaggi ragazzi! Da fare, soprattutto in autunno, quando è tempo di castagne!