Home

Preseleziona la ricerca

Le città bianche: Locorotondo e Ostuni

Da Locorotondo a Ostuni>Due borghi da cartolina, immersi in un paesaggio fatto di uliveti secolari, antichi trulli e macchia mediterranea. Un itinerario per respirare un'aria diversa, dove ancora si crede nella tradizione e le città sembrano sopravvivere intatte, riflettendo la luce nel bianco candido della calce.
  • Artistici - Culturali
  • Territoriali
  • Automobile

immagine della tappa a Locorotondo

Immagine di Locorotondo

La prima tappa del nostro tour è Locorotondo che si raggiunge da Bari attraverso la SS16 e uscendo a Fasano per la 172 Dir. Il nome del paese deriva dagli anelli concentrici sui quali sono disposte le pittoresche case dipinte di bianco.

Appena arrivati a Locorotondo vi renderete conto del perché è stato qualificato tra i Borghi più belli d'Italia. La visita del centro inizia da Piazza Vittorio Emanuele, dove si passa per Porta Napoli per incontrare, subito dopo, la Biblioteca Comunale (edificio del XVIII secolo), il Palazzo Morelli, in stile barocco e, poco più avanti, la Chiesa Madre (XVIII secolo) dedicata a San Giorgio. Di fianco a questo luogo di culto, sorge anche la Chiesetta dell'Annunziata. Completano la visita la Chiesa della Madonna della Greca e la Chiesa di San Nicola. Dall'alto del paese, poi, si ammira un belvedere magnifico sul territorio circostante, fatto di uliveti, muri a secco tradizionali e trulli. Potete anche addentrarvi in auto per le stradine che percorrono la campagna, visitando agriturismi, frantoi e aziende di produzione vinicola, come la Cantina del Locorotondo, immersa in un luogo fuori dal tempo. Prima di ripartire, si consiglia di pranzare per essere pronti a proseguire l'itinerario. In centro troverete un ambiente accogliente nel Ristorante Vecchio Arco.

Spostatevi ora verso la seconda tappa dell'itinerario, attraverso la SP17. Il tragitto totale è di circa 25 Km.

immagine della tappa c Ostuni

Immagine di Ostuni

Tra gli scorci italiani più celebri all'estero c'è senza dubbio una vista del centro di Ostuni. Il labirinto di case imbiancate, sempre pronte a riflettere la luce, è tra i più suggestivi che possiate visitare. Potete iniziare una passeggiata dalla centrale Piazza della Libertà, dove si trova l'obelisco di Sant'Oronzo (XVIII secolo). Sulla sinistra, dove partono due strade, sorge la Chiesa dello Spirito Santo (XVII secolo), che vanta un bel portale del XV secolo. Da qui addentratevi nel centro dove vedrete il Municipio e, di fianco, la Chiesa di San Francesco. Sulla sinistra parte una strada che vi farà raggiungere il cuore di Ostuni vecchia, passando di fronte a diversi interessanti edifici come Palazzo Siccoda (XVI secolo). Si gira a destra per Via Bixio Continelli, così da poter godere delle viuzze suggestive del paese. Passerete anche di fronte ad una delle chiese più antiche di Ostuni, San Giacomo (XV secolo). La strada prosegue il percorso cambiando nome, in Via Trinchera poi Via Clemente, portando infine al Monastero delle Suore Carmelitane e, di lato, la Chiesa di San Vito Martire. Andando verso sinistra si raggiunge finalmente la piazza in cui sorge la Cattedrale, con la splendida facciata gotica. Da qui una stradina permette di costeggiare i resti delle mura del Castello Normanno (XII secolo). Soffermatevi a godere della vista del paesaggio circostante.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

nicoletta31/01/2014 01:44

Che spettacolo i trulli, c'ho anche dormito in un trullo che emozione!


Notice: Undefined index: displayCookieConsent in /var/www/vhosts/italiavirtualtour.it/httpdocs/inc/footer.php on line 140