Home

Preseleziona la ricerca

Due giorni tra i borghi e le spiagge del lago del Turano

Da Paganico Sabino a Rocca Sinibalda, passando per Ascrea, Castel di Tora e Colle di Tora. Una pausa di tranquillità sui bordi del lago del Turano per recuperare energie: un percorso di due giorni tra borghi pittoreschi e città abbandonate, perdendosi nel silenzio di stradine suggestive e nell'azzurro intenso del lago.
  • Artistici - Culturali
  • Sport
  • Natura e Relax
  • Moto
  • Automobile
  • Camper

immagine della tappa a Paganico Sabino

Immagine di Paganico Sabino

Prendendo la strada provinciale 34, che costeggia il lago del Turano da Carsoli, si arriva a Paganico. Il paese dall'alto si affaccia in modo pittoresco sul lago. Ai piedi della Rocca, sorge la chiesa di S. Maria dell'Annunciazione.
Oltre a visitare il borgo, percorrendo dopo Paganico la provinciale, si può accedere ad una bella spiaggetta, lasciando macchina o camper nel parcheggio.

immagine della tappa b Ascrea

Immagine di Ascrea

Proseguendo l'itinerario, si incontra quasi subito il bivio per Ascrea. Il paesino si trova in posizione panoramica, dominante il paesaggio del lago e dei monti. Il centro storico è un caratteristico borgo medioevale e in numerosi punti offre dei belvedere suggestivi. Completa la visita di Ascrea la Chiesa di San Nicola di Bari del XIII secolo, con un bellissimo campanile.

immagine della tappa c Castel di Tora

Immagine di Castel di Tora

Uno dei Borghi più belli d'Italia, Castel di Tora è una tappa obbligatoria del nostro percorso. Il paese è circondato dal verde dei boschi e dall'alto permette alla vista di spaziare sul paesaggio, tanto che si dice che nei giorni di cielo terso sia possibile vedere la cupola di S. Pietro.
Occorre perdersi tra le stradine del borgo per assaporate tutto il fascino di Castel di Tora, dove le abitazioni in pietra locale contrastano con l'azzurro del lago e i colori dei panni stesi alle finestre.
 La torre della fortezza, risalente all'XI secolo, è una delle bellezze del paese, insieme alla Chiesa barocca di S. Giovanni Evangelista e al borgo “fantasma” di Antuni, ubicato su una piccola penisola. Completano la visita di Castel di Tora l'eremo di S. Salvatore e la chiesa con il convento di S. Anatolia.
Si può scegliere a questo punto di fare una sosta culinaria in paese o lungo il lago, in un ristorante o semplicemente acquistando prodotti locali per un pic-nic: immancabile un assaggio dei formaggi, di funghi, tartufi e ovviamente di saporiti piatti a base di pesce del lago.

italiavirtualtour.it consiglia

immagine della tappa c Colle di Tora

Immagine di Colle di Tora

Proseguendo l'itinerario, arriverete ad un ponte che conduce dall'altro lato del lago dove molte spiaggette provviste di aree di sosta permettono di godere della pace e del panorama del Turano. Gli appassionati di pesca possono cercare i punti dove è permesso praticare questo sport.
Su questa sponda si trova Colle di Tora, un suggestivo paese, anticamente chiamato Collepiccolo. Qui si può fare una pausa rilassante in un bar su palafitte, nella punta del paese che si allunga sul lago.

immagine della tappa c Stipes (frazione di Ascrea)

Immagine di Stipes (frazione di Ascrea)

L'itinerario prosegue verso la diga che fu costruita nel 1915 per realizzare artificialmente il bel lago del Turano. Da qui una strada porta a Stipes, paesino a 860 metri sul livello del mare con resti di un castello e delle mura. Dall'abitato si può prendere una strada che porta alle Gole dell'Obito o raggiungere le rovine di Mirandella, borgo medioevale abbandonato. Da Stipes molti appassionati di trekking, si muovono verso gli itinerario sul Monte Navegna.

immagine della tappa d Posticciola (frazione di Rocca Sinibalda)

Immagine di Posticciola (frazione di Rocca Sinibalda)

Ultima tappa del percorso, Posticciola, che conserva resti delle sue origini romane, come il Ponte Vecchio. Il centro storico è dominato dalla facciata del fortilizio, edificato per la prima volta in epoca medioevale, e dalla Chiesa di Santa Maria Assunta Immacolata.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

antonietta27/04/2014 20:44

Bellissimo itinerario! Adoro questi luoghi...lo consiglio anche a chi ama le passeggiate e il trekking