Home

Preseleziona la ricerca

Tour in Toscana: a Nord-Est di Arezzo

Da Badia Tedalda a Caprese Michelangelo, passando per Pieve Santo Stefano

 

Un itinerario che si snoda tra luoghi che hanno dato i natali a grandi artisti ed un paesaggio riposante per la vista e per l'anima. Immersi nella Valle Tiberina toscana, i comuni attraversati dal nostro tour sono veri gioielli da scoprire e assaporare...

 

  • Artistici - Culturali
  • Automobile
  • Enogastronomia

immagine della tappa a Badia Tedalda

Immagine di Badia Tedalda

Potete raggiungere Badia Tedalda attraverso la A1, prendendo l'uscita Orte se venite da sud, lo svincolo per Arezzo, se venite da nord. Proseguite in direzione Sansepolcro, poi prendete la S.R. 258 “Marecchiese”. Raggiungerete la destinazione al Km 27. Badia Tedalda è un piccolo borgo medievale immerso nella Valtiberina toscana. Lasciate l'auto ed iniziate a percorrere le vie del pittoresco centro storico. La prima tappa del tour è la visita alla splendida Abbazia di San Michele Arcangelo, in Via del Castello, fatta costruire dal certosino Leonardo Bonafede nel XVI secolo.

Proseguite l'itinerario uscendo in auto da Badia Tedalda e riprendendo la Strada Statale Marecchiese. Svoltate poi a destra, immettendovi nella Strada Provinciale Nuova Sestinese, poi alla rotonda, prendete la prima uscita, per la Strada Provinciale 48 che vi porterà a Pieve Santo Stefano. In tutto il tragitto è di 22 Km.

immagine della tappa b Pieve Santo Stefano

Immagine di Pieve Santo Stefano

Borgo amato da Lorenzo il Magnifico, Pieve Santo Stefano è tra i più belli della Valle Tiberina toscana. Entrando in paese attraverso la SP48, troverete sul lato destro della strada, la Chiesa della Madonna dei Lumi, un'importante meta di pellegrinaggio religioso. Proseguite e lasciate l'auto quando potete. Iniziate subito la visita passeggiando per il suggestivo centro storico. Partite dalla Piazza Plinio Pellegrini, dove si trovano il Municipio ed il bel Palazzo Pretorio (XVI secolo), collegati da un arco. Oltrepassato l'edificio, raggiungerete Piazza delle Logge del Grano, dove molte strutture antiche sono state ricostruite dopo i danni della Seconda Guerra Mondiale. Proseguite il tour nella stessa direzione di prima, arrivando di fronte alla Chiesa Collegiata di Santo Stefano, ricostruita in stile neoclassico nel XIX secolo. Al suo interno si conserva un'opera di Andrea della Robbia. Prima di ripartire, scegliete uno dei ristoranti del centro storico che propongono saporiti piatti tipici della tradizione toscana, con prodotti genuini della Valtiberina.

Per raggiungere l'ultima tappa del percorso, uscite da Pieve Santo Stefano e prendete la SP48 verso Piazza Ponte Nuovo. Svoltate a sinistra per la Strada Statale della Verna e, infine, immettetevi nella SP47 che vi porterà a Caprese Michelangelo. Il percorso è di 9 Km.

immagine della tappa c Caprese Michelangelo

Immagine di Caprese Michelangelo

La seconda tappa del nostro tour è un borgo celebre per aver dato i natali a Michelangelo Buonarroti nel 1475. Qui potrete salire fino al castello che domina il paese, risalente al XIV secolo ma ricostruito nel XX. Nella Casa del Podestà è ospitato un museo dedicato all'artista che merita il tempo di una visita. Leggermente fuori dal centro storico, in Via Capoluogo, si trova la Chiesa di San Giovanni Battista, risalente al XIII secolo e legata a Michelangelo, che qui fu battezzato. La zona in cui si trova l'edificio, immersa nel verde, è l'ideale per un momento di sosta e di tranquillità.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

lorenzo31/01/2014 11:59

Che posti mozzafiato! Davvero interessante questo itinerario...