Cinta Muraria

Della cinta muraria che in epoca medioevale era posta a difesa di Orsara rimangono oggi tracce visibili in Via Castello, nei contrafforti di Va Madonna della Neve e di Porta e Portella delle Monache. Il perimetro murale era scandito da circa venti torri che si susseguivano a distanza regolare, che nei secoli sono state inglobate nelle mura delle abitazioni private. Da alcuni documenti risulta che le mura versassero in stato di abbandono già dal XVI secolo, e che il continuo espandersi dell’abitato al difuori di esse rese inutile l’esigenza di preservarle. Delle quattro porte di accesso al paese rimangono oggi solo la Porta dei Greci, nota anche col nome di porta Ecana, perché sulla direttrice di Troia, l’antica Aecae, e la Porta Nuova.