Home

Preseleziona la ricerca

Isola Sacra

Nel territorio del comune di Fiumicino è una vera e propria isola di 12 chilometri quadrati, all’interno della foce del fiume Tevere, formatasi artificialmente per l’allungamento del canale, detto Fossa Traiana, realizzato dai romani che collegava il fiume al porto imperiale. Quest’area anticamente molto fertile veniva utilizzata per la coltivazione, dal Medioevo in poi fu invece una zona paludosa e malarica, fino alla bonifica realizzata nel corso del XX secolo. L’estremità più a sud di Isola Sacra tocca le sponde di Fiumara grande, uno dei due bracci della foce del Tevere, insieme a Fiume Mincinum,  che delinea il confine del territorio del comune di Fiumicino dove, alla fine di Via del Faro, si trova il grande faro in muratura che illumina il percorso delle navi verso il porto.

L’isola, che nella sua parte orientale è occupata dagli scavi della Necropoli di Porto, ha visto il suo sviluppo demografico a partire dagli anni ’70, con la costruzione e lo sviluppo dell’Aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci. Il nome romano era insula Portus o Portensis, quello attuale risale al medioevo e si riferisce alla presenza del cimitero e della Basilica di Sant’Ippolito.



Galleria Fotografica

Lascia un commento